0
Blog
15/05/2019

Imparare a conoscere la differenza tra cotone convenzionale e cotone organico

Alcune delle domande più comuni tra i nostri clienti. Qual è la differenza tra cotone standard e cotone convenzionale? Qual è l'uso del cotone standard? Il cotone biologico è un'opzione più responsabile per il nostro pianeta?

Il cotone è il tessuto più popolare in tutto il mondo e rappresenta oltre la metà del fabbisogno di fibre in tutto sulla terra. Per tenere il passo con questa domanda, i coltivatori di cotone ricorrono spesso a mezzi artificiali e utilizzano quantità eccessive di pesticidi per far crescere il cotone a un ritmo più veloce. I prodotti fabbricati con questo tipo di cotone tendono ad essere pieni di sostanze chimiche e possono essere dannosi per la pelle, causando reazioni allergiche. I pesticidi influenzano il suolo e l'acqua, causando danni alle risorse naturali e disturbano l'equilibrio ecologico. Questo danno causa la perdita di fertilità del terreno e lascia questi non adatti alla coltivazione di altre colture. Tutto questo fa male all'ambiente per produrre solo una singola maglietta! 

In tempi più recenti, il mondo si sta svegliando a questa realtà e sia produttori e consumatori sono diventati più consapevoli di questi problemi e di ciò che possiamo fare per affrontarli. Con più attenzione a questi problemi ambientali, si apre una porta per migliori metodi di produzione e popolarità nei confronti dei materiali organici. 

Purezza del cotone 

La purezza delle fibre di cotone viene valutata dal modo in cui viene raccolto il cotone. Il cotone viene raccolto a mano o raccolto a macchina. Il cotone organico viene raccolto a mano completamente, preservando la purezza di ogni fibra e assicurando che nessuna fibra venga danneggiata durante il processo. 

Il cotone convenzionale è più richiesto ed è solitamente scelto per far fronte alla fretta. Ciò non mantiene la purezza e danneggia le fibre di cotone nel processo di raccolta, causando perdite e sprechi. 

I prodotti di cotone organico sono più morbidi del cotone normale a causa delle fibre più lunghe. Essendo raccolto a mano assicura che queste fibre non si indeboliscano o si rompano, producendo prodotti più morbidi e durevoli. 

Coltivazione del cotone 

La coltivazione tradizionale del cotone inizia con semi geneticamente modificati (OGM). Sono modificati per costruire una resistenza verso gli insetti, nel tempo sono necessari più pesticidi. Il cotone biologico viene prodotto utilizzando semi al 100% naturali, quindi non vi è alcun uso di pesticidi o altre sostanze chimiche nocive. Gli insetti sono controllati con insetti che uccidono i parassiti. Di conseguenza, i prodotti di cotone biologico sono più sicuri per la pelle e il processo è molto più sicuro per i lavoratori coinvolti nella raccolta. 

Il cotone tradizionale viene coltivato ripetutamente sullo stesso terreno, il che deteriora la qualità del suolo, rimuove le sostanze nutritive naturali e porta a un raccolto non sano. Le colture richiedono più acqua poiché vengono irrigate pesantemente, il che comporta immense quantità di spreco di acqua. 

Il cotone organico viene ruotato da un terreno all'altro, quindi i nutrienti naturali trattengono l'acqua a lungo, il che significa che il terreno richiede meno irrigazione e produce raccolti molto più sani. Ciò consente anche agli agricoltori di coltivare cibo nella stessa terra, consentendo loro di diversificare le loro entrate. La crescita di cibo o altre colture è un aiuto per gli agricoltori biologici contro il fallimento di altre colture, la variabilità del clima, la volatilità dei prezzi e le variazioni della domanda del mercato. 

Occorrono 2,700 litri d'acqua per realizzare una maglietta usando i tradizionali metodi di coltivazione del cotone. 

Diserbo 

Il processo di diserbo del cotone tradizionale utilizza sostanze chimiche erbicide per eliminare le erbacce. L'uso di tali sostanze chimiche tossiche influisce sulla qualità delle colture, rimuove tutta l'umidità e i nutrienti dal terreno e danneggia gli agricoltori che lavorano sul terreno. Della quantità totale di pesticidi utilizzati in agricoltura, oltre il 25% viene utilizzato per la produzione di cotone. Questo uso costante di insetticidi e agenti cancerogeni può portare a malattie mortali per gli agricoltori e può influire drammaticamente sull'ambiente circostante. Nella produzione di cotone biologico, il diserbo viene fatto solo a mano, senza sostanze nocive utilizzate nel processo, questo non danneggia le persone che stanno coltivando il raccolto. 

Fino a 77 milioni di lavoratori del cotone soffrono di avvelenamento da pesticidi ogni anno. (Http://cottonedon.org/) 

Produzione 

La lavorazione del cotone tradizionale utilizza una grande quantità di sostanze chimiche. Anche dopo il lavaggio del prodotto finito, il residuo di questi prodotti chimici nocivi rimane e può causare irritazioni sulla pelle. 

Il cotone organico utilizza alternative più sicure ai coloranti chimici e agli agenti sbiancanti. Invece, i coloranti naturali o a base d'acqua sono usati per fabbricare i prodotti finiti. Il cotone organico è più morbido, ipoallergenico e dura a lungo. Il vantaggio più importante di questa fibra naturale è la protezione dell'ecosistema, la riduzione dello spreco di acqua e la garanzia di un ambiente di lavoro più sicuro per gli agricoltori e i produttori. Il cotone organico è un'alternativa sostenibile ed ecologica al cotone regolare. Il futuro è nella sostenibilità! 

Questo è il motivo per cui le nostre linee Earth Positive e Fair Share sono composte da capi realizzati con cotone organico al 100% e con certificazione GOTS. 

Il Global Organic Textile Standard (GOTS) è lo standard internazionale per la lavorazione tessile per fibre organiche, compresi i criteri sociali ed ecologici, supportato e certificato in modo indipendente lungo tutta la catena di approvvigionamento. 

Continental Clothing è impegnata nella moda etica, essendo socialmente responsabile e favorevole all'ambiente, alla nostra salute e ai nostri lavoratori. 

Puoi leggere di più sugli effetti negativi della coltivazione del cotone qui: http://cottonedon.org/Portals/1/Briefing.pdf 

More articles

Follow us on...